Etnamade 2019 – I vini dell’Etna in centro città – 31 MAGGIO e 1 GIUGNO

Anche noi saremo presenti ad Etnamade 2019 – I vini dell’Etna in centro città

Venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno all’Istituto Ardizzone Gioeni in via Etnea 595 Catania.
etna_made_870x410
Un popolo, quello etneo, fatto di creativi e laboriosi che sono cresciuti ai piedi del Vulcano e a volte ne hanno fatto fortuna: con i vini, con i sapori, con le tradizioni e con le invenzioni.

L’Etna o la fucina di Efesto nella mitologia, è la sede dell’uomo faber, di colui che vuole costruire, creare. E la casa di chi ha fatto delle proprie creazioni anche un’eccellenza.

L’Etna è un patrimonio da difendere e ‘comunicare’. Sentiamo il bisogno – da catanesi prima ancora che da comunicatori del vino – di portare l’Etna in centro per interloquire con la città capoluogo e i suoi abitanti. Troviamo necessario raccontare i prodotti che oggi nascono sul vulcano attivo più alto d’Europa e colmare quella distanza che oggi in tanti – troppi – percepiamo con le produzioni dell’Etna.

Per questo, dopo il grande successo di Spumanti dell’Etna, abbiamo immaginato un evento che declinasse l’Etna nella sua essenza, che potesse raccontare la molteplicità delle produzioni e dei microclimi a chi dovrebbe essere il primo ambasciatore dell’Etna: il catanese.

Oggi si parla di Etna nel mondo come nuova frontiera enologica e si studia il fenomeno a 360 gradi. Eppure mentre i vini delle aziende etnee riscuotono molto successo all’estero in tante – troppe – carte dei vini catanesi è – ancora oggi – assente una narrazione del territorio.

Può essere un evento la soluzione? Certamente no, ma sicuramente è motivo per relazionare la produzione etnea con il tessuto territoriale incoraggiando e rilanciando il consumo dei vini.

L’obiettivo è far conoscere l’unicità del territorio etneo, la sua storia millenaria, le sue produzioni, e i volti di chi contribuisce a fare grande il vulcano nel mondo.

Una due giorni – vissuta dal pomeriggio alla sera – per far conoscere l’unicità del territorio etneo, la sua storia millenaria, le sue produzioni, e i volti di chi contribuisce a fare grande il vulcano nel mondo.

Scirocco e Fondazione Italiana Sommelier co-organizzatori dell’evento in collaborazione con Bibenda, con il patrocino del Consorzio di tutela dei vini dell’Etna DOC, Strade dei vini dell’Etna della Città Metropolitana di Catania e del Comune di Catania.

Le diverse aree:
“La Piazza del vino” area centrale del chiostro con le cantine aderenti e le proposte di Local food
Sala Masterclass per le degustazioni
Sala Convegni per ospitare gli incontri istituzionali e di approfondimento culturale
Ristorante a quattro mani, in cui unire l’alta cucina degli chef etnei ai grandi vini dell’Etna.

PROGRAMMA
Venerdì 31 maggio
ORE 17 ingresso solo per gli addetti del settore e giornalisti accreditati

ORE 18 apertura al pubblico

ORE 19 SALA MASTERCLASS: DALLA CONTRADA ALLA VIGNA L’Etna e l’evoluzione dal “CRU” al “CLOS”, fra sperimentazione e tradizione con Paolo Di Caro, Presidente Fondazione Italiana Sommelier

ORE 20 TALK Francesco Seminara intervista i protagonisti dell’Etna

ORE 20,30 QUATTROMANI Ristorante etneo: Marco Cannizzaro (Ristorante Km.0) Giuseppe Raciti (Zash)

ORE 24 CHIUSURA

—————————–

Sabato 1 giugno
ORE 17 ingresso solo per gli addetti del settore e giornalisti accreditati

ORE 18 apertura al pubblico

ORE 20 TALK Francesco Seminara intervista i protagonisti dell’Etna

ORE 20,30 QUATTROMANI Ristorante etneo: Marco Cannizzaro (Ristorante Km.0) Bianca Celano (QQucina Qui)
ORE 24 CHIUSURA

PER ACQUISTARE IL BIGLIETTO D’INGRESSO VISITARE IL SITO

https://2019.etnamade.it/