ETNA DA 5 GENERAZIONI

Siamo figli dell’Etna e il Vulcano è una costante positiva della nostra storia
da più di centotrenta anni.

Un terreno fertile per la crescita della vite che dà vita a vini di eccellenza e prestigio al territorio.

Produrre vino, per noi, significa presentare al mondo questo luogo unico e
la sua tradizione enologica fatta di braccia operose e dedizione secolare.

1877 – I Generazione

Fra Giarre e Riposto

La nostra storia comincia nel 1877 quando Giacomo Gangemi eredita dagli avi dei terreni in contrada Altarello per dedicarsi alla produzione del vino.

Il progetto va bene e insieme alla moglie Grazia Vicari apre un’Osteria vicino Mascali dove, con un’intuizione che anticipa l’all you can drink di oggi, vende il suo vino ad ore, abbinato a piatti semplici serviti su tavoli rustici dalle tovaglie a scacchi.

Oltre al classico vino rosso, tra le novità Giacomo propone ai clienti anche il primordio del vino frizzante ottenuto unendo al vino rosso la champagnetta (quella che oggi conosciamo tutti come gazzosa). Il risultato è un successo e in molti gradiscono il piacevole brio aggiunto a quella bevanda alcolica tanto desiderata.

1900 – II Generazione

Oltre l’isola

L’Osteria lavora tanto e l’attività cresce, come la famiglia. Arrivano, infatti, cinque figli: Giuseppe, Agostino, Andrea, Sebastiano e Maria.

Giacomo è capace di guardare avanti e con i figli decide di fondare l’azienda “Gangemi Giacomo & figli”.

Acquistano altri terreni nel versante est dell’Etna, tra Giarre e Sant’Alfio, nel versante nord dell’Etna in contrada Calderara (Randazzo) e Passopisciaro. L’azienda cresce anche in beni immobili con l’acquisto di alcuni appartamenti nel centro di Acireale per dare sede agli uffici e al laboratorio d’analisi, detti scagno, destinati al controllo dei vini prodotti e acquistati.

Quando a Giacomo succedono i figli, l’impresa è già pronta per espandersi e affermare i vini “selezione di famiglia” sul mercato nazionale e d’oltralpe.

Ogni fratello sceglie un ruolo: Agostino (detto Tino) si occupa degli acquisti di vini principalmente nella zona di Pachino, Giuseppe si trasferisce a Milano per commerciare il vino di famiglia nel Centro-Nord Italia e per curare i rapporti con i clienti francesi, Sebastiano si occupa dei vigneti e della produzione del vino e Andrea gestisce la contabilità e analizza i vini prodotti e acquistati. Un’organizzazione familiare che aiuta la crescita degli affari.

Per agevolare il trasporto del vino e gestire meglio la mole crescente di lavoro, i fratelli Gangemi decidono di attrezzare un magazzino radente la ferrovia di Guardia Mangano, frazione di Acireale. Le botti piene di questi vini ricchi del caldo sole della Sicilia vengono qui caricate facilmente sui treni per raggiungere il resto del Paese e del mondo.

1955 – III Generazione

La svolta
Nel 55 Giacomo Gangemi succede al padre Giuseppe ed entra in azienda per ereditarne poi la gestione. Si dimostra presto all’altezza del ruolo, soprattutto durante la crisi del mercato enologico degli anni Ottanta.

Giacomo, invece di mollare, osa e avvia un processo di trasformazione aziendale puntando alla qualità più che alla quantità, sempre con la moglie Maria Grazia Porretto al suo fianco.

1990 – IV Generazione

Portatori sani di tradizione etnea
Il progetto si rivelerà d’avanguardia e d'ispirazione per l’intero territorio.

Nel 1990 Giacomo insieme alla quarta generazione, i figli Giuseppe e Marco, aggiorna i sistemi produttivi aumentando il lavoro nelle vigne e nelle cantine di produzione ed affinamento, ma sempre nel rispetto della terra e dei suoi prodotti.

Nasce così il nuovo marchio “Antichi Vinai 1877”: la nuova cantina inizia la produzione di vino pregiato dell’Etna in bottiglia. Le sue etichette, oggi, sono conosciute come brand di eccellenza in tutto il mondo.

Fra i vini pluripremiati ricordiamo il Neromosso, lo spumante Bollenere, il 1877 Metodo Classico ETNA DOC ed il Koinè Etna Riserva

Lasciate che la bellezza che amiamo si infonda in quello che facciamo

Mevlana Jelalu’ddin Rumi

2019 – V Generazione

Antichi Vinai che guardano al futuro
Dal 2019 Viviana e Sebastian, quinta generazione di Antichi Vinai, hanno accolto l’eredità della famiglia e proseguono con passione e impegno il lavoro iniziato dal loro antenato.
Attenti alla tradizione e orientati alla modernizzazione e digitalizzazione dell’azienda, sono i nuovi custodi di una storia che è la loro ma anche quella di una terra vulcanica unica nel suo genere.